Condizioni di viaggio

TITOLI DI VIAGGIO

  1. I documenti di viaggio prescritti sono i seguenti:
  • BIGLIETTO DI CORSA SEMPLICE e CARNET 10 CORSE (per le fasce dalla A alla E)
  • ABBONAMENTO SETTIMANALE, MENSILE, TRIMESTRALE, ANNUALE STUDENTI e ANNUALE
  1. I biglietti di corsa semplice acquistati a terra e i carnet devono essere obliterati al momento della salita. I viaggiatori sono tenuti a conservare il biglietto integro per la durata dell’intero percorso.
  2. L’abbonamento è strettamente personale, è valido solo se accompagnato dalla tessera di riconoscimento in corso di validità e dovrà essere esibito al personale di servizio all’inizio di ogni viaggio. Per l’acquisto dell’abbonamento dovrà essere presentata la tessera di riconoscimento. Sull’abbonamento deve essere indicato lo stesso numero della tessera di riconoscimento.

In caso di dimenticanza dell’abbonamento l’utente è tenuto ad acquistare il regolare biglietto di corsa semplice.

Tutti i titoli di viaggio devono essere esibiti su richiesta del personale addetto al controllo ed alla verifica.

RIMBORSI

  1. I titoli di viaggio non possono essere ceduti, modificati o rimborsati. La mancata effettuazione del viaggio per fatto proprio del viaggiatore o da qualsiasi evento fortuito non dà diritto al rimborso del prezzo del biglietto o dell’abbonamento, né alla proroga della loro validità.
  2. Sono previsti rimborsi dei titoli di viaggio non fruiti dai clienti nei casi di accertata responsabilità dell’azienda. Il cliente che ritiene di aver diritto al rimborso del titolo di viaggio non utilizzato dovrà farne richiesta scritta alla Direzione aziendale.
  3. Gli abbonamenti (multi corse esclusi) possono essere rimborsati per totale mancata fruizione a causa di malattia (dietro presentazione di certificato medico) o per furto (dietro presentazione di denuncia esposta all’Autorità di P.S.).
  4. In caso di smarrimento l’abbonamento non sarà rimborsato.

SANZIONI

  1. Chiunque risulti sprovvisto del titolo di viaggio, o sia in possesso di biglietto, di abbonamento o di tessera irregolari e/o scaduti è tenuto, oltre al pagamento del titolo di viaggio, al pagamento della sanzione amministrativa pecuniaria prevista dall’Ente affidatario del servizio. All’accertamento di tale irregolarità ed alla riscossione della relativa sanzione provvederà il personale addetto al controllo e munito di documento di riconoscimento rilasciato dall’Azienda.
  2. Chiunque in qualità di viaggiatore, volontariamente o involontariamente, arrechi danni alle vetture di proprietà dell’azienda è tenuto al risarcimento totale degli stessi.
  3. Il personale di servizio è autorizzato al ritiro dell’abbonamento (tessera di riconoscimento e biglietto di abbonamento) qualora lo stesso non fosse conforme ai requisiti di regolarità, o in caso di comportamenti da parte del possessore che arrechino danni alle vetture o disturbo all’utenza.

RECLAMI E SUGGERIMENTI

L’azienda ha messo a disposizione dei clienti presso gli uffici aziendali e le rivendite autorizzate un apposito modulo per la comunicazione dei reclami e dei suggerimenti relativi ai servizi svolti.

PARTICOLARI CONDIZIONI DI VIAGGIO

  1. L’utente munito di regolare titolo di viaggio ha facoltà di far viaggiare gratuitamente un bambino di altezza inferiore ad un metro. Chi accompagna più di un bambino, anche di altezza inferiore ad un metro, deve acquistare un biglietto ogni due bambini.
  2. Le persone invalide in possesso della tessera di viaggio rilasciata dalla Provincia di residenza (Settore Trasporti) fruiscono gratuitamente dei servizi. Se indicato sulla tessera, la gratuità viene estesa anche all’accompagnatore della persona invalida.
  3. Le persone invalide in carrozzina possono richiedere per i servizi di linea l’impiego di autobus attrezzati con la pedana per il sollevamento della carrozzina, telefonando ad uno dei nostri uffici e comunicando gli orari in cui desiderano utilizzare il servizio. Tale procedura è al momento indispensabile in quanto il numero degli autobus attrezzati con pedana è il 60% del parco.
  4. È concessa la libera circolazione agli appartenenti alle Forze dell’Ordine (Corpi di Polizia di Stato, Polizia Penitenziaria, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Corpo Forestale, Vigili del Fuoco e Polizia locale quest’ultima limitatamente all’ambito di competenza territoriale), che viaggino in divisa e non, purché domiciliati o residenti in Piemonte (L.R.23 aprile 2007, n. 9 art. 50).
  5. I Funzionari dell’Ispettorato M.C.T.C., i Funzionari degli Assessorati Trasporti delle Amministrazioni Regionali e Provinciali possono accedere al servizio gratuitamente per svolgere i controlli che competono alla loro funzione.
  6. Il trasporto degli animali non deve essere motivo di pericolo per gli altri viaggiatori. Gli animali non devono essere alloggiati sui sedili. I cani di media e grossa taglia devono essere tenuti al guinzaglio presso le persone che li accompagnano e devono inoltre essere muniti di museruola. Vengono assoggettati al pagamento del biglietto a tariffa intera. I cani e gli animali di piccola taglia (e/o le gabbie in cui sono custoditi) devono essere tenuti in grembo dal proprietario. In questo caso il trasporto degli animali è gratuito. Possono viaggiare gratuitamente i cani guida per non vedenti.
  7. Ogni viaggiatore ha diritto al trasporto gratuito di un bagaglio di dimensione ragionevole e di peso non eccedente i 20 kg.. Il bagaglio eccedente la franchigia è soggetto al pagamento del biglietto a tariffa fissa prevista per il trasporto bagagli. Il trasporto dei passeggini per bambini e degli sci al seguito del viaggiatore è gratuito. Il trasporto delle biciclette al seguito del passeggero è assoggettato al pagamento della tariffa prevista, ed è subordinato alla disponibilità del posto nel bagaglio dell’autobus.
  8. L’Azienda si riserva comunque la facoltà di non accettare il trasporto di cose ed animali che possano essere di pericolo e/o arrecare disturbo al servizio di trasporto pubblico.

Richiamo a legge regionale 1/2000 e successive modifiche e D.G..P. n° 518 del 4/8/2005